BCE PRONTA A MISURE NON CONVENZIONALI CONTRO LA DEFLAZIONE, COMPRESA L’INIEZIONE DI NUOVA LIQUIDITA’.

ecb_logo_IT

La Banca centrale europea sta preparando un pacchetto di possibili interventi di politica monetaria per giugno compreso il taglio di tutti i suoi tassi di interessi e misure specifiche per sostenere il credito alle piccole e medie imprese. Secondo cinque fonti a conoscenza dei progetti allo studio, si sta valutando quindi anche il taglio del tasso di deposito portandolo a negativo per la prima volta.

Il pacchetto punta a stimolare l’economia della zona euro anche se il suo effetto appare  inferiore a un più ampio programma di quantitative easing (QE) e di stampa di moneta per acquistare asset, ipotesi ancora lontana per l’istituto con sede a Francoforte che peraltro, come noto, non è ancora ente di ultima istanza.

La decisione arriva all’indomani dell’ok di Bundesbank e del consigliere tedesco in Bce Peter Praet che proprio oggi, parlando al settimanale Die Zeit, ha dichiarato che l’istituto centrale potrebbe ridurre a negativo il tasso sui depositi nel quadro di un insieme di misure accomodanti.

Un taglio a giugno è “più o meno cosa fatta”, dice una delle fonti. Una seconda aggiunge: “Sarà la prima importante banca centrale a muoversi verso un tasso di deposito negativo. Questo potrebbe muovere il tasso di cambio”, anche se la Bce non avrebbe ancora fatto previsioni in merito e non avrebbe un cambio obiettivo.”.

Le  fonti parlano di un taglio di 10-20 punti base, probabilmente di tutti e tre i tassi Bce. Quello di riferimento è oggi allo 0,25%.
Nel caso in cui decidesse di ridurre il costo del denaro, l’istituto centrale di Francoforte potrebbe anche lanciare o un’operazione di rifinanziamento a lungo termine (Ltro) condizionata ad un aumento misurabile dell’erogazione del credito alle Pmi che potrebbe avere durata superiore ai tre anni. In alternativa la Bce penserebbe ad un programma di acquisto di cartolarizzazioni (Abs, asset backed securities) di crediti alle piccole e medie imprese. Quest’ultimo potrebbe essere annunciato a giugno ed essere operativo verso la fine di quest’anno. Sempre in tema di misure espansive, oggi il membro del board Bce Yves Mersch ha detto che l’Eurotower può comprare titoli di stato sul secondario nell’ambito del nuovo piano di acquisti di bond e che l’attesa decisione della Corte Europea non costituisce un limite a questa azione.

No comment da parte della Banca Centrale Europea.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...