AUMENTANO I COMPENSI DEI MANAGER BANCARI, NONOSTANTE CRISI E PERDITE IN BILANCIO.

 

o.205768

 

Nel sistema bancario italiano, nonostante una perdita complessiva di quasi 22 miliardi di euro nel 2013, la retribuzione media degli amministratori delegati è 62 volte superiore a quella dei lavoratori del settore, mentre era di 53 nel 2012 e di 42 nel 2000. La denuncia viene dal sindacato di categoria aderente alla Uil, la Uilca. Lo studio della Uilca ha preso in esame i compensi dei vertici dei principali gruppi bancari italiani, tra cui Intesa San Paolo, Unicredit, Monte dei Paschi di Siena, Banco Popolare, Ubi Banca ed altre.

In particolare, gli stipendi degli Ad sono cresciuti in un anno del 16,8% a 19,2 milioni.Sono passati pochi giorni dalla durissima omelia del predicatore pontificio, padre Raniero Cantalamessa, durante la celebrazione della Passione di Cristo a San Pietro, dove il prelato ha definito “scandaloso che alcuni percepiscano stipendi e pensioni cento volte superiori a quelli di chi lavora alle loro dipendenze”, che dall’indagine di Uilca queste fortissime diseguaglianze vengono puntualmente confermate.

In Svizzera si è tentato di bloccare con referendum quel rapporto a 12 a 1, ma il referendum non è passato. Purtroppo le banche sono tutte società private, dunque il tetto previsto dal governo Renzi per i manager pubblici non verrà mai applicato.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...